Lui, Lei e WhatsApp….

LE FACCINE SU WHATSAPP-2

Vi ricordate quando ancora non esisteva Whatsapp, Facebook messenger e simili? Quando il cellulare era stato inventato da poco e i primi sms si leggevano senza sapere chi fosse il mittente perché veniva fuori dopo? Non so voi, ma a me questa storia dei messaggini emozionava. Era sempre una sorpresa riceverne uno. Anche perché essendo a pagamento non se ne mandavano tanti. Non come oggi che con la storia delle App gratuite  si fa un uso spropositato del telefono. Tipo che per scrivere un semplice ” ciao, come va? Tutto bene?”si inviano ben 3 messaggi (ciao – come va – tutto bene?)!!

Ma la vera perla dell’invenzione di queste applicazioni di messagistica è stata il famoso “visualizzato a…” o ” ultimo accesso alle…”!! Mi chiedo se chi ha inventato queste opzioni avesse chiaro in mente quello che avrebbe scatenato in termini di relazioni interpersonali. Secondo me non ne aveva la più pallida idea. Perché credo che anche per lui la vita, da quel momento, non sia più stata la stessa.

Ora qui il discorso si fa alquanto complesso e intricato. Per renderlo più semplice e chiaro vi propongo di seguito degli esempi.

Partiamo da una donna ansiogena. Questa tipologia di donna quando si trova a inviare un messaggio dopo esattamente 30 secondi è lì a controllare se il destinatario lo ha ricevuto e letto. Se entro 5 minuti non le arriva una risposta la vediamo andare in fibrillazione. Quello che le passerà per la mente saranno solo pensieri negativi e paranoici, del tipo: “non mi risponde. Non vuole rispondermi. Non gliene frega niente. Non è interessato. Lo sapevo, non dovevo scrivergli.” Poi se il malcapitato apre il messaggio,  lo legge ma è impossibilitato a rispondere perché, non so, riceve una chiamata urgente proprio in quel momento lì,  è la fine. Questa poveretta farebbe prima a farsi ricoverare alla neuro con una doppia flebo di sedativi sparati in vena per addomentarsi e non svegliarsi fino all’arrivo di quel bip tanto atteso. Un bip che poi solitamente si traduce in un “tutto bene” accompagnato dal pollice in su!!! ( Orrore…!!!)

L’apertura del messaggio e una non immediata risposta fanno partire una serie di isterie che neanche tre cicli mestruali di seguito riuscirebbero a far scattare! La donna in questione è capace di passare dall’offendere pesantemente l’interlocutore silente a offendersi da sola per aver ceduto a scrivergli per prima. Per poi trovarsi a inviare una serie infinita di messaggi che partono, inizialmente, con velata indifferenza (tipo ” ehi, tutto bene?”) per arrivare a minacce vere e proprie (“se non rispondi giuro che vengo sotto casa tua!”). Immaginatevi il tipo che, magari, impegnato in una riunione importante di lavoro era stato impossibilitato a rispondere, si ritrova, una volta libero, a guardare il telefono! Che cosa penserà, o non penserà!? E quel “vengo a casa tua”, se fino ad allora poteva essere vissuto come una graditissima sorpresa, da questo momento si trasformerà in un vero incubo che lo farà scappare più lontano possibile. E che lo porterà a scrivere un solo messaggio non per rispondere al “come va” ma per chiudere definitivamente ogni tipo di rapporto, specificando alla sua stalker che andrebbe meglio se lei sparisse!

Poi ci sono le donne che esercitano un controllo più sottile e meno invasivo. Utilizzano “l’ultimo accesso alle” come indizio per cercare di carpire i movimenti del partner o di colui che desiderano. Per cui si ritrovano ad aprire whatsapp ogni 5 minuti, mettendo in atto congetture su dove sarà e cosa starà facendo. Esempio: se il tipo non si collega da più di 3 ore ed è sera, di sicuro è con un’altra donna. Sicuro!!! Non c’è nessuna possibilità che si sia addormentato, possa essere al cinema, non abbia semplicemente ricevuto e inviato messaggi. No! È con un’altra! E quindi da questa “certezza” si passa all’indagare su chi sarà “l’altra”. Con tutta una serie di arrovellamenti di testa e di fegato che non immaginate nemmeno!  Per poi giungere alla conclusione che “sì, stava dormendo”, non appena il lui si ricorda di lei, inviando una semplice faccina col sorriso!!

Perchè (e qui passiamo agli uomini!)un uomo, nella sua benedetta semplicità, non può mai sapere che genere di uragani smuove ogni volta che risponde o non risponde a un messaggio! E, molto tranquillamente, quando lo fa, scrive giusto il necessario. Non si perde in spiegazioni o in frasi romantiche da Romeo e Giulietta! Quelle usanze appartengono a un’altra epoca. Oggi lui ha cose più importanti a cui pensare (tipo giocare per tre ore di fila alla playstation!!!)e poco tempo da perdere!

Infatti, a differenza delle donne, un uomo è generalmente poco interessato alla visualizzazione dell’ultimo accesso. Anzi, solitamente lo è ai messaggi in generale. Tanto che se per caso sa che stai poco bene, ti scrive per chiederti come stai, ma poi si dimentica letteralmente di andare a controllare la risposta. Per cui tu che, tutta emozionata, ti precipiti a rispondere, notando la sua carineria, ti ritrovi subito dopo a doverti ricredere poichè ti accorgi che si preoccuperà di leggere la tua risposta solo dopo circa 2/3 ore, se va bene. E non lo fa per disinteresse ma semplicemente perchè un uomo è così. Non sta attento ai dettagli, né li cura! Il tempo che passa da un messaggio all’altro per un uomo è totalmente relativo e ininfluente a stabilire quanto si è importanti o meno nella sua vita! Mentre per noi donne è assolutamente fondamentale!

Allora, mi chiedo: perché complicare così tanto la vita a noi donne che già siamo perfettamente in grado di farlo da sole? Era proprio necessario inserire i visualizzati e gli ultimi accessi? So che esiste il modo di mettersi offline. Ma anche questa modalità scatena una serie di problematiche che sarebbero troppo lunghe da scrivere in un solo articolo. Chissà, potrebbe diventare l’argomento di un altro!

In conclusione, mi rendo conto che sarebbe inutile rivolgere un appello a voi uomini chiedendovi di fare più attenzione e magari provare a risponderci in tempi brevi. So che non ce la farete mai. Per cui non mi resta che sospirare e pensare che: è proprio vero che, per certe cose, si stava meglio prima!

Nadia

Precedente Amicizia tra donne: complicità e forza! Successivo Vuoi qualcosa? Chiedila alla vita...

10 thoughts on “Lui, Lei e WhatsApp….

  1. Johng17 il said:

    How significantly of an special post, keep on posting much better half geefkefeekbe

  2. Johnd877 il said:

    I was very pleased to discover this website. I wanted to thank you for your time for this fantastic read!! dbedddeedddg

  3. I got what you intend, appreciate it for posting .Woh I am lucky to find this website through google. I was walking down the street wearing glasses when the prescription ran out. by Steven Wright. ddbebefedfaegaaf

  4. Johnk973 il said:

    I am really impressed with your writing skills as well as with the layout on your weblog. Is this a paid theme or did you modify it yourself? Anyway keep up the excellent quality writing, its rare to see a great blog like this one nowadays debgdfaaddgd

  5. I just want to mention I am just newbie to blogs and certainly liked your web blog. Almost certainly I’m planning to bookmark your website . You really come with very good articles. Regards for revealing your website page.

  6. Unquestionably believe that which you stated. Your favorite justification seemed to be on the web the easiest thing to be aware of.

    I say to you, I definitely get irked while people consider worries that they plainly don’t know about.
    You managed to hit the nail upon the top as well as defined out the whole thing without having side effect , people can take a signal.
    Will likely be back to get more. Thanks

  7. Johna437 il said:

    I appreciate you sharing this article.Thanks Again. Really Cool. fefkagedbeke

I commenti sono chiusi.